Logan Lucky

Di Carolina Tocci
Share

Scheda
(Id., USA 2017)
Uscita: –
Regia: Steven Soderbergh
Con: Adam Driver, Channing Tatum, Daniel Craig, Katie Holmes
Durata: 1 ora e 59 minuti
Distribuito da: Lucky Red

DSC_3663.nef

A quattro anni di distanza da Effetti collaterali e con un notevole intermezzo “televisivo” scandito da Dietro i candelabri e due stagioni di The Knick, Steven Soderbergh torna al cinema con un altro heist-movie in cui sono ben presenti i rimandi alla trilogia di Ocean’s anche se, a quindici anni dal primo capitolo della saga, il suo tocco sembra essersi affinato, sicuramente cambiato, così come è cambiata l’America che racconta – dopotutto dal 2001 ne sono successe di cose, dall’11 settembre alla crisi finanziaria, alla guerra in Iraq – più schietta e meno patinata. Questa volta il colpaccio non consiste nello svaligiare un casinò di Las Vegas ma nel recuperare i miliardi di banconote che si trovano nei condotti sotterranei della Nascar durante la corsa automobilistica che si corre annualmente sul circuito Charlotte Motor Speedway.



Logan_Lucky_2

L’ambientazione sembra quella del telefilm Hazzard, solo che al posto di Bo e Luke ci sono i fratelli Logan, Jimmy (Channing Tatum) e Clyde (Adam Driver), squattrinati e con l’acqua alla gola, che mettono su una banda di criminali da strapazzo per evitare che Jim perda la custodia della figlia. Perfettamente equilibrato e idealmente diviso in tre parti – una prima in cui viene messa su la banda, una seconda incentrata sulla rapina vera e propria e una terza sempre sul colpo, ma visto da una diversa prospettiva e che smaschera trucchetti e svela altarini, Logan Lucky è un film che intrattiene e diverte senza essere mai cheap e in cui il legame che si instaura tra i personaggi e il modo in cui ognuno di loro entra in scena, mostra quanto si basi su una scrittura salda, affinata e dal ritmo serrato.

Inseribile all’interno della produzione hollywoodiana “disimpegnata” dell’autore americano che, ormai da vent’anni, continua a realizzare pellicole commerciali (Out of Sight o la già citata trilogia di Ocean’s) alternandole a prodotti decisamente più autoriali se non addirittura sperimentali (da Sesso, bugie e videotape fino a Bubble e The Girlfriend Experience), Logan Lucky ha una struttura solida e incastri ineccepibili.
Bravissimi Tatum (al quarto film con Soderbergh) e Driver. Perfetta la caratterizzazione di Daniel Craig nei panni dell’esperto in esplsivi Joe Bang – nomen omen – con capigliatura platino e tatuaggi da galeotto.

Voto 7,5

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

4 + 1 =

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi