Berlinale: il trionfo di Claudia Llosa

Di Francesco Bernacchio
Share

Erano ventisei anni che un film ispanico non vinceva un Orso d’Oro al Festival di Berlino: ci è riuscita Claudia Llosa, peruviana, con La Teta Asustada, storia di una donna affetta da una malattia psicologica che si trasmette con il latte materno.

L’Orso d’Argento Gran Premio della Giuria è stato vinto da due film ex aequo: il tedesco Alle Anderen di Maren Ade, e Gigante di Adrian Biniez, coproduzione tra Paesi Bassi e Germania.



Di seguito, pubblichiamo la lista completa dei vincitori.

ORSO D’ORO
Claudia Llosa per La teta asustada

GRAN PREMIO DELLA GIURIA

Maren Ade per Alle Anderen
Adrián Biniez per Gigante

ORSO D’ARGENTO MIGLIORE REGIA
Asghar Farhadi per About Elly

ORSO D’ARGENTO MIGLIORE ATTRICE
Birgit Minichmayr per Alle Anderen

ORSO D’ARGENTO MIGLIORE ATTORE
Sotigui Kouyaté per London River

ORSO D’ARGENTO MIGLIORE SCENEGGIATURA
Alessandro Camon e Oren Moverman per The Messenger

ORSO D’ARGENTO PER IL CONTRIBUTO ARTISTICO
Katalin Varga per il sonoro

PREMIO ALFRED BAUER
Adrián Biniez per Gigante
Andrzej Wajda per Tatarak

MIGLIORE FILM D’ESORDIO
Fredrik Edfeldt per Flickan (menzione speciale)
Adrián Biniez per Gigante

GENERATION KPLUS: ORSO DI CRISTALLO PER IL MIGLIOR FILM

Philippe Falardeau per C’est pas moi, je le jure!

GENERATION KPLUS: MENZIONE SPECIALE

Lotte Svendsen per Max Pinlig

GENERATION 14PLUS: ORSO DI CRISTALLO PER IL MIGLIOR FILM
David Lee Miller per My Suicide

GENERATION 14PLUS – MENZIONE SPECIALE
Adam Elliot per Mary and Max

PREMIO DEL PUBBLICO DELLA SEZIONE PANORAMA
Wolfgang Murnberger per Der Knochenmann
Mike Bonanno, Andy Bichlbaum e Kurt Engfehr per The Yes Men Fix the World
Philippe Lioret per Welcome

MIGLIOR FILM DELLA COMPETITION (GIURIA ECUMENICA)
Annette K. Olesen per Little Soldier
Rachid Bouchareb per London River
Richard Loncraine per My One and Only

MIGLIOR FILM DELLA SEZIONE PANORAMA (GIURIA ECUMENICA)
Philippe Lioret per Welcome

MIGLIOR FILM DELLA SEZIONE FORUM (GIURIA ECUMENICA)
Yong Kim So per Treeless Mountain

MIGLIOR FILM DELLA COMPETITION (PREMI FIPRESCI)
Claudia Llosa per La teta asustada

MIGLIOR FILM DELLA SEZIONE PANORAMA (PREMI FIPRESCI)
Rune Denstad Langlo per Nord

MIGLIOR FILM DELLA SEZIONE FORUM (PREMI FIPRESCI)
Sion Sono per Love Exposure

PREMIO DELLA GILDA DEL CINEMA D’AUTORE TEDESCO
Hans-Christian Schmid per Storm

MIGLIOR FILM DELLA SEZIONE PANORAMA (PREMI C.I.C.A.E.)
Roberto Castón per Ander

MIGLIOR FILM DELLA SEZIONE FORUM (PREMI C.I.C.A.E.)
Radu Jude per The Happiest Girl in the World

PREMIO LABEL EUROPA CINEMAS
Rune Denstad Langlo per Nord
Philippe Lioret per Welcome

TEDDY AWARDS – MIGLIOR FILM
Julián Hernández per Raging Sun, Raging Sky

TEDDY AWARDS – MIGLIOR DOCUMENTARIO
John Greyson per Fig Trees

CALIGARI FILM PRIZE
Sion Sono per Love Exposure

NETPAC PRIZE
Cong Feng per Doctor Ma’s Country Clinic
Lee Suk-Gyung per The Day After

FEMINA FILM PRIZE
Silke Fischer per Alle Anderen

AMNESTY INTERNATIONAL FILM PRIZE
Hans-Christian Schmid per Storm

Share

Comments

About author

Francesco Bernacchio

Appassionato di pop a trecentosessanta gradi, ama il cinema d'evasione, l'animazione e i film che non durino più di due ore.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

5 + 4 =

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi