In vendita la bimba di The Millionaire (aggiornamenti)

Di Carolina Tocci
Share


Questa terribile notizia arriva dritta dritta da Mumbai. Sembra infatti che Rafiq, il padre della piccola Rubina Ali, che ha partecipato al film The Millionaire, stia cercando di darla in adozione tramite trattative illecite. Il settimanale britannico News of the World ha scoperto tutto, mandando un giornalista sotto copertura che ha finto di essere interessato all’adozione di Rubina, denunciando poi l’accaduto.

La storia ha scatenato un mare di polemiche, tanto che la madre biologica della bambina, che vive con Rafiq e la seconda moglie, ha chiesto che la figlia fosse tolta al padre. Ma non è tutto. Si è scatenata una rissa tra la madre “naturale” e quella affidataria della piccola, che non voleva le fosse portata via questa “miniera d’oro”.

Rafiq intanto ha rilasciato la sua dichiarazione: “Devo pensare a cosa è meglio per me, per la mia famiglia e per il futuro di Rubina”. News of the World riporta inoltre che Rafiq vede sua figlia come l’unico modo per venir fuori dallo slum Bandra di Mumbai, e che è molto arrabbiato perché nonostante sua figlia sia una star e il film a cui ha partecipato abbia fatto incetta di Oscar, lui e la sua famiglia vivono ancora in condizioni disperate. “Ci hanno dato 2000 sterline all’inizio delle riprese del film” ha aggiunto Rafiq. “Ma poi non è arrivato altro. Nemmeno la casa che ci era stata promessa dalla produzione”.



UPDATE

Oggi è arrivata la smentita da parte di Rafiq, il papà di Rubina. L’uomo ha infatti ammesso in un’intervista alla TV indiana NDTV di non aver offerto la figlia in adozione, ma solo chiesto un aiuto per darle la possibilità di crescere lontano dallo slum in cui si trova ora. Rubina era in braccio a lui, e ha confermato quanto dichiarato dal papà.

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

6 + 3 =

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi