Una notte con Beth Cooper

Di
Share

Perché Chris Columbus si sia arrischiato nel sottobosco dei film teenageriali è un po’ un mistero. Probabilmente dopo quelli per bambini (Mamma, ho perso l’aereo e i primi due Harry Potter) voleva passare all’età immediatamente successiva, ma il risultato di certo non conferma questa sua scelta come saggia.
La storia è quella di un nerd innamorato del capo delle cheerleader praticamente da sempre, che decide di dichiararsi proprio il giorno della consegna dei diplomi. Beth è incuriosita dalla goffa avance di Denis, e decide così di concedergli una notte e partecipare al suo party. Quello che accadrà, senza rovinarvi la sorpresa, ha a che fare con una miracolosa maturazione che va dal tramonto all’alba.



Hayden Panettiere, evidentemente incastrata nel ruolo di cheerleader (lo è anche in Heroes, la serie TV che le ha dato la fama), è anche passabile. Così come tutto il cast, più o meno. L’unico vero problema di Columbus è che ci propone una serie di macchiette stereotipate che non riescono minimamente a convincere, che non coinvolgono, che rendono la commedia garbata, ironica, potenzialmente interessante ma praticamente vuota.

Voto 5

Share

Comments

About author

Francesco Bernacchio

Appassionato di pop a trecentosessanta gradi, ama il cinema d'evasione, l'animazione e i film che non durino più di due ore.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 14 = 22

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi