Jennifer’s Body

Di
Share

Dimenticate il delizioso, commovente e delicato Juno. La ex stripper e blogger Diablo Cody, dopo l’Oscar per la sceneggiatura, ha decisamente cambiato genere. Jennifer’s Body racconta la storia di Jennifer (Megan Fox), una studentessa di un liceo di provincia che viene posseduta da un demone affamato. Passerà così dalla perfidia tipica del liceo (una bad girl a tutti gli effetti, esibizionista e che si sente superiore agli altri) alla voracità di chi uccide per sopravvivere. Così il corpo di Jenniofer si trasforma, la bellezza del liceo diventa una creatura pallida e malaticcia sempre in cerca di qualche ragazzo da sgranocchiare. Intanto Needy (Amanda Seyfried), la migliore amica di sempre di Jennyfer, che ha a lungo vissuto nella sua ombra, sarà costretta a uscire allo scoperto per difendere i ragazzi della scuola, compreso il suo boyfriend Chip (Johnny Simmons).



La sceneggiatura scritta da Diablo Cody è divertente e ricca di citazioni, anche se un po’ superficiale. Il problema di Jennifer’s Body sta nella regia dell’autrice nippoamericana Karyn Kusama. Nota al grande pubblico per aver diretto Æon Flux, con Charlize Theron, e la prima puntata della fortunata serie The L World, qui Karyn non riesce a star dietro a sufficienza alla parte più horror del film, trasformandolo in una sorta di commedia demenziale un po’ splatter. Nonostante l’originalità di alcune battute, tutto sembra già visto o ampiamente sentito: l’amicizia/conflitto tra due amiche molto diverse fra loro, la scoperta della sessualità, una rock band come veicolo attraverso cui si manifesta il male, e via dicendo.

Particolarmente curatala selezione dei brani musicali inseriti nella colonna sonora, che comprende canzoni di artisti emergenti della scena indie e underground americana, da Florence & The Machine ad Haley Williams ed i White Lies, fino al tormentone Through the Trees. Un’ultima considerazione sulle attrici: Amanda Seyfried, imbruttita e ingoffata, è il pezzo forte del film, mentre Megan Fox riesce ad essere assolutamente monocorde e affatto ironica. Ma in fondo in Jennifer’s Body non le è stato richiesto, e per incarnare un corpo, quello di Jennifer, è azzeccatissima.

Voto 6

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 78 = 80

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi