I Muppet

Di
Share

Dopo un’assenza di più di dieci anni sono finalmente tornati I Muppet, scelta coraggiosa da parte della Walt Disney Pictures in un clima che si avverte durante tutto il film. Preceduto da un delizioso corto originale di Toy Story, perfetto nei suoi dettagli come sempre, il film dei Muppet susciterà reazioni diverse in base all’età dello spettatore; coloro, infatti, che ci sono cresciuti insieme, si troveranno a ripercorrere nuovamente la propria infanzia, attraverso una serie di spezzoni dei vari episodi trasmessi in TV, con i loro incredibili ospiti, facendo comprendere a chi li guarda oggi l’importanza che quella serie ha avuto nei cuori degli adulti di adesso.
Siamo cresciuti con le storie di Kermit e Piggy, gli scherzi un po’ farlocchi di Fozzie l’orso, Animal, Gonzo e i due simpaticissimi Statler e Waldorf che hanno sempre contornato gli episodi con battute sarcastiche.



Il film mantiene la sua tradizione musicale e di grandi ospiti, di cui, per rispetto alle richieste di Kermit, diamo solo un paio di nomi come Jack Black e Whoopy Goldberg, e ricordiamo il brano Uomo o Muppet, candidato agli Oscar 2012. La storia parla di Walter, suo fratello Gary (Jason Segel) e la ragazza di Gary, Mary (Amy Adams) che lasciano il tranquillo paesino di Smalltown per andare a visitare Hollywood e i Muppets Studios, dove Walter scopre che il nuovo proprietario Tex Richman (Chris Cooper) ha deciso di abbattere gli Studios ormai ridotti ad un cumulo di memorabilia abbandonate ed impolverate, per scavare il terreno ed estrarne il petrolio.

Sarà compito di Walter, Gary e Mary riuscire a riunire di nuovo i Muppet per salvare i ricordi d’infanzia di ognuno di noi e i sogni di Walter; Mary, che sperava di riuscire a sposarsi con Gary durante le vacanze, sarà costretta a rimandare per salvare gli Studios, Gary e Walter invece dovranno decidere chi o cosa sono, se uomini o Muppet. Dopo un’inizio un po’ lento alla ricerca dei componenti dei Muppet, la storia prende velocità e si ritorna ai ritmi e alle battute tipiche a cui ci hanno abituato Kermit, Peggy, Statler e Waldorf. Kermit per tutta la durata del film elargisce le sue piccole perle di saggezza, facendoci arrivare attraverso musiche e sceneggiatura il valore profondo dell’amicizia, della famiglia e della forza dei sogni.
I Muppet vi farà sorridere facendovi tornare bambini, vi commuoverà ricordandovi le cose importanti della vita, perchè alla fine non si cresce mai veramente.

Voto 7

Recensione a cura di Patricia Locche
(www.binarioloco.it)

Share

Comments

About author

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

72 + = 74

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi