Almodóvar e i suoi amanti passeggeri sbarcano a Roma

Di Carolina Tocci
Share

Dopo la fine eleganza estetica e il registro a metà tra horror e thriller de La pelle che abito, Pedro Almodóvar tenta un ritorno alle origini firmando una commedia brillante dai toni leggeri e variopinti. Gli amanti passeggeri (titolo azzeccatissimo che si presta a varie interpretazioni) è sicuramente la pellicola più gaia del regista spagnolo ma anche la più nostalgica, col suo strizzare l’occhio ai successi anni Ottanta dell’autore madrileno da Labirinto di passioni a Che ho fatto io per meritare questo? O a Donne sull’orlo di una crisi di nervi. Lavori in cui colori, eros e dinamismo di personaggi e situazioni avevano la meglio sulla componente narrativa.



Ne Gli amanti passeggeri Almodovar ci porta a seguire le vicende di un gruppo di variopinti personaggi che si trova in una situazione di pericolo su un aereo diretto a Città del Messico. I viaggiatori della classe business sono una coppia di novelli sposi sfiniti dai bagordi della loro festa di nozze, un finanziere truffatore e padre disperato per l’abbandono della figlia, un dongiovanni impenitente e con la coscienza sporca che cerca di liberarsi di qualcuna delle sue amanti, una veggente ancora vergine, una regina delle cronaca rosa, e un misterioso messicano. Ognuno di loro ha un segreto da nascondere. L’equipaggio di bordo aiuterà questa strampalata schiera di passeggeri a rendere più sopportabile la preoccupazione per la situazione di pericolo in cui si trovano, con l’aiuto di sostanze non proprio lecite. Situazione che darà il la ad una catarsi generale tra confessioni folli e assurde circostanze. Sicuramente il modo migliore per allontanare il pensiero della morte.

Questa mattinaPedro Almodóvar è sbarcato nella capitale insieme ad alcuni membri del cast (Blanca Suárez già vista ne La pelle che abito e Carlos Areces, il pagliaccio triste di Ballata dell’odio e dell’amore di Álex de la Iglesia). Noi li abbiamo incontrato e abbiamo rivolto loro qualche domanda sul film, nelle sale da giovedì 21 marzo in trecento copie.

Grazie a Eugenio Boiano per le splendide foto!

Gli amanti passeggeri è un chiaro ritorno alle origini della sua cinematografia, in particolare alla commedia.

Blanca Suárez e Carlos Areces, come è stato lavorare con Pedro?

Proprio adesso che il suo paese sta attraversando un periodo così difficile, lei ha deciso di fare un film leggero e nostalgico. Inoltre proprio ieri è stato eletto il nuovo Papa, Francesco, qual è la sua opinione a riguardo?

Gli amanti passeggeri rappresenta un’ottima metafora sulla situazione politica che sta attraversando la Spagna in questo momento. Cosa ne pensa?

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

5 + 4 =

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi