Sharknado, ma è davvero il film più brutto di sempre?

Di Carolina Tocci
Share

Già il titolo la dice lunga e, soprattutto, suggerisce qualcosa di tanto, troppo trash anche per la tv americana. Sharknado, produzione della The Asylum per il canale SyFy, pare sia un gran brutto mischione tra Lo Squalo e La Tempesta perfetta, con un tornado di squali volanti che, un bel giorno, si abbatte sulla città di Los Angeles. Come se l’assurda trama non fosse sufficiente a suscitare l’ilarità degli spettatori, i produttori hanno pensato bene di coinvolgere in questo più che discutibile progetto nei panni dei protagonisti nientemeno che Ian Ziering (lo Steve Sanders di Beverly Hills 90210) e Tara Reid (Scrubs, American Pie, anche se per noi sarà sempre Bunny Lebowski). I dialoghi al limite del ridicolo, gli orrendi effetti speciali e le situazioni assurde fanno il resto.

Se già state ridendo, aspettate di vedere il trailer. E soprattutto i commenti che dopo la messa in onda di ieri, in poche ore hanno invaso Twitter (#Sharknado): si è arrivati a picchi di cinquemila tweet al minuto. In fondo chi ha mai detto che un film “brutto” non possa essere un film “di successo”? E mentre in Italia c’è già chi pensa ad organizzare gruppi di visione quando, e se, Sharknado sbarcherà nel nostro paese, non rimane che aspettare l’annuncio di un sequel, magari proprio dal regista Anthony Ferrante, che ieri sera mentre su SyFy andava in onda la sua creatura, si divertiva a rispondere alle domande degli spettatori via Twitter.



Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

4 + 6 =

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi