Samuel L. Jackson ripropone il suo indimenticabile monologo in Pulp Fiction

Di Carolina Tocci
Share

Inutile girarci intorno, Pulp Fiction è uno di quei film per cui è stato coniato il termine capolavoro. Presentato in anteprima al Festival di Cannes nel 1994 e premiato con la Palma d’oro da una giuria presieduta da Clint Eastwood che evidentemente ne capì subito il valore, la seconda pellicola diretta da Quentin Tarantino continua a fare notizia a distanza di 20 anni dall’uscita nelle sale.

E non sono solo gli spettatori a ricordarla, ma anche, e soprattutto, i suoi protagonisti. Proprio uno di loro, Samuel L. Jackson, che nella pellicola interpretava il criminale Jules Winnfield, ospite del programma su BBC One The Graham Norton Show, si è esibito recitando a memoria il celebre monologo Ezechiele 25,17.



Ed ecco il monologo in questione, estratto dalla versione originale del film e da quella doppiata.

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

3 + = 9

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi