David di Donatello: trionfa Anime Nere

Di Carolina Tocci
Share

Sono stati assegnati nel tardo pomeriggio al teatro Olimpico di Roma i David di Donatello 2015, gli Oscar del cinema italiano. Vero trionfo per Anime nere di Francesco Munzi, che conquista nove statuette, tra cui quella per il Miglior Film e la Migliore Regia. Margherita Buy ha vinto il David come migliore attrice protagonista per Mia madre, mentre il migliore attore protagonista è Elio Germano per Il giovane favoloso.
L’ospite speciale della serata è stato Quentin Tarantino: il regista americano ha ritirato i David per due suoi film Pulp Fiction e Django Unchained, che, rispettivamente nel 1995 e nel 2013, sono stati omaggiati del titolo di Miglior Lungometraggio Straniero.
L’elenco dei premi.

MIGLIOR FILM
– Anime nere di Francesco Munzi

MIGLIORE REGISTA
– Francesco Munzi per Anime nere

MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE
– Edoardo Falcone per Se Dio vuole

MIGLIORE SCENEGGIATURA
– Anime nere di Francesco Munzi, Fabrizio Ruggirello, Maurizio Braucci

MIGLIORE PRODUTTORE
– Cinemaundici e Babe Films, con Rai Cinema per Anime nere

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
– Margherita Buy per Mia madre

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA
– Elio Germano per Il giovane favoloso

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
– Giulia Lazzarini per Mia madre

MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA
– Carlo Buccirosso per Noi e la Giulia

MIGLIORE AUTORE DELLA FOTOGRAFIA
– Vladan Radovic per Anime nere

MIGLIORE MUSICISTA
– Giuliano Taviani per Anime nere

MIGLIORE CANZONE ORIGINALE
– Anime nere interpretata da Massimo De Lorenzo, musica e testi di Giuliano Taviani

MIGLIORE SCENOGRAFO
– Giancarlo Muselli per Il giovane favoloso

MIGLIORE COSTUMISTA
– Ursula Patzak per Il giovane favoloso

MIGLIOR TRUCCATORE
– Maurizio Silvi per Il giovane favoloso

MIGLIOR ACCONCIATORE
– Aldo Signoretti, Alberta Giuliani per Il giovane favoloso

MIGLIOR MONTATORE
– Cristiano Travaglioli per Anime nere

MIGLIOR FONICO DI PRESA DIRETTA
– Stefano Campus per Anime nere

MIGLIORI EFFETTI DIGITALI
– Visualogie per Il ragazzo invisibile

MIGLIOR DOCUMENTARIO DI LUNGOMETRAGGIO
– Belluscone. Una storia siciliana di Franco Maresco

MIGLIOR FILM DELL’UNIONE EUROPEA
– La teoria del tutto di James Marsh (Universal Pictures)

MIGLIOR FILM STRANIERO
– Birdman di Alejandro GONZÁLES IÑÁRRITU

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO
– Thriller di Giuseppe Marco Albano

DAVID GIOVANI
– Noi e la Giulia di Edoardo Leo

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

10 + = 12

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi