Iago in love

Di Carolina Tocci
Share

Un film atteso, lo Iago di Volfagno De Biasi, che si diverte a rimaneggiare l’Otello shakespeariano cambiando il punto di vista della storia. Nicolas Vaporidis è il suo protagonista, accanto a una Desdemona che ha il volto angelico di Laura Chiatti. Il Romeo + Juliet di Baz Luhrmann, osserva il tutto dall’alto. In silenzio. Due battute dall’incontro del cast con la stampa, che si è tenuto stamattina a Roma.

“Nella mia rilettura dell’Otello di Shakespeare” dice De Biasi, “Iago è una specie di terrorista non violento, un antieroe che lotta contro l’ingiustizia con la sola forza della propria intelligenza. In questo modo, la tragedia diventa una sorta di favola popolare”.



Un’interpretazione non facile per Vaporidis, qui alle prese con un ruolo di cattivo, anche se sui generis. “Iago è il personaggio che rappresenta l’invidia per antonomasia” racconta Nicolas. “E’ sempre stato recepito come negativo. Quando Volfango mi ha proposto questo ruolo non capivo come sarei riuscito a conciliare con me, che sono un buono, un personaggio così malvagio. Poi ho capito che il valore più grande che viene fuori dal film e dalla figura del suo protagonista riguarda le ingiustizie sociali. Iago è un sognatore, unidealista che vuole dimostrare sul campo quanto vale”.

Abbiamo chiesto a Laura quanto sia credibile una Desdemona in chiave moderna che veste Chanel.
“Lo è se è in accordo con il resto della storia e dei personaggi. E credo che lo sia. Mi sono sempre sentita molto vicina ai ruoli femminili scritti da Shakespeare e quando mi è stato proposto di prendere parte al film sono andata a rileggere l’Otello per capire come potesse cambiare la storia. All’inizio ero titubante per l’ambizione del progetto, ma poi mi sono lasciata conquistare dalla storia. Credo che Iago sia un film davvero interessante in grado di generare una nuova tipologia di cinema”.

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

4 + 2 =

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi