Giulia non esce la sera

Di
Share

Guido (Mastandrea) è uno scrittore di successo. Il suo ultimo romanzo è tra i finalisti del Premio Strega. Ha una moglie, una figlia e non sa nuotare. Per imparare, si iscrive in piscina e conosce Giulia (Golino), un’istruttrice affascinante e timida, con un passato misterioso alle spalle.



Due realtà, due mondi completamente differenti, (ma per alcuni aspetti anche molto simili), si incontrano in Giulia non esce la sera. Sono quelli di Guido, immobile, rassicurante, e quello di Giulia, folle e passionale. Valeria Golino qui è in stato di grazia. Raggiunge un livello di recitazione davvero notevole, incarnando un personaggio splendido quanto difficile, riuscendo a evidenziarne le mille sfumature e contraddizioni. Mastandrea la segue, spontaneo come al solito.
Un film difficile, con una storia scomoda, in grado di mettere a nudo i personaggi, frugando nelle emozioni più nascoste e impenetrabili di ognuno di loro.

Ci era mancato, il cinema di Giovanni Piccioni, con quel piglio delicato e attento, quasi timido. Così come i suoi personaggi che si affacciano alla finestra della vita, senza tuttavia viverla, per insicurezza o per disagio.

Voto 8

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

4 + 5 =

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi