Franklyn

Di
Share

Viene presentato come uno slasher movie con tanto di assassino in maschera, ma Franklyn è qualcosa di diverso. Si tratta piuttosto di un viaggio disturbato e disturbante nella mente dei protagonisti, una storia incastrata tra la Londra di oggi, dove si consuma un amore impossibile, e una realtà parallela (Città di Mezzo), dove un uomo si strugge nella ricerca della propria nemesi. E’ nel momento in cui queste due realtà coincidono, che qualcosa di inaspettato lega tra loro le vite dei protagonisti stravolgendole per sempre.



Emerso alla distribuzione parecchio tempo dopo il suo completamento, e dopo aver partecipato a diversi festival del Regno Unito, Franklyn si rivela come un film non facile e con la tendenza a perdersi nei meandri della propria visionarietà. Tuttavia, la bravura del cast (Rva Green in primis) e la profonda cultura dell’esordiente regista McMorrow, che cita a piene mani da Blade Runner in poi, rendono la pellicola un esperimento interessante da provare a digerire.

Voto 6

Share

Comments

About author

Francesco Bernacchio

Appassionato di pop a trecentosessanta gradi, ama il cinema d'evasione, l'animazione e i film che non durino più di due ore.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 81 = 84

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi