Drag Me To Hell

Di
Share


Christine Brown è in ballo per un’importante promozione nella banca in cui lavora. Quando si trova a dover rifiutare all’anziana signora Ganush la proroga di un prestito che permetterebbe alla donna di continuare a rimanere nella casa in cui vive, le cose per Christine iniziano a cambiare. La signora Ganush le lancia una maledizione che la porterà dritta all’inferno.

Finalmente Sam Raimi, dopo essere stato rapito dal vortice del kolossal supereroistico Spider-Man, torna al suo primo amore, l’horror. Il progetto di Drag  Me To Hell risale a più di dieci anni fa, e il regista aveva iniziato a svilupparlo insieme con suo fratello Ivan. Il risultato è godibilissimo. Raimi ci catapulta nel mondo degli spiriti maligni, con personaggi ai limiti del soprannaturale (la zingara Ganush, tra tutti). La sua vena splatter non sembra affatto essersi esaurita, e in Drag Me To Hell ritroviamo tutta una serie di accorgimenti registici che avevano reso indimenticabile la trilogia de La casa. La sua tecnica si è affinata, inversamente al budget di cui ora dispone per i suoi progetti.



Quello che resta come suo marchio di fabbrica sono le idee, e la concretezza con la quale riesce a renderle credibili sul Grande Schermo. I virtuosismi registici non si contano; memorabile la scena dell’aggressione nel parcheggio, ad opera dell’inquietantefattucchiera, almeno quanto quella dell’esorcismo nel finale. A noi, il cinema di Sam Raimi, piace di più così.

Voto 8

Share

Comments

Tagged with:

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

3 + 7 =

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi