Doppio ritorno a Oz

Di Francesco Bernacchio
Share

E’ il monento dei grandi classici fantastici, al cinema. Dopo il trionfo di Alice, le major si rincorrono nel recuperare le favole del passato per adattarle al gusto del pubblico moderno. E ovviamente il primo in lizza è un mostro sacro della settima arte, quel Mago di Oz che, nonostante vari tentativi, è rimasto fermo al mito creato nel 1939 da Judy Garland. Ben due sarebbero i riadattamenti in arrivo: il primo, intitolato semplicemente Oz, verrà prodotto dalla New Line e scritto da Darren Lemke, uno degli autori del quarto Shrek. L’altro progetto, voluto dalla Warner, presenterà invece il lato oscuro di Oz: scritto da Josh Olson (A History of Violence), avrà per protagonista una nipote di Dorothy, che torna nel Regno di Oz per estirpare il male. Todd McFarlane, celeberrimo autore di fumetti (Spawn) è coinvolto nel progetto, che si preannuncia crudo ed estremamente adulto.



Share

Comments

Tagged with:

About author

Francesco Bernacchio

Appassionato di pop a trecentosessanta gradi, ama il cinema d'evasione, l'animazione e i film che non durino più di due ore.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 56 = 66

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi