Fantastic Mr. Fox

Di
Share

Sarà una coincidenza che due registi di nuova generazione come Spike Jonze e Wes Anderson (nati entrambi nel 1969, altra coincidenza) proprio quest’anno abbiano deciso di cimentarsi con la stop-motion? Dando vita tra l’altro a due film tanto particolari da non poter essere racchiusi in nessun genere ufficialmente riconosciuto? Entrambi anticommerciali, entrambi geniali: Jonze con il suo Paese delle creature selvagge e Anderson con questo Fantastic Mr. Fox, che finalmente vediamo anche in Italia a distanza di mesi dall’uscita nelle sale americane.



Al centro della vicenda, una famiglia di volpi: Mr. e Mrs. Fox (con le voci di George Clooney e Meryl Streep nella versione originale), e il loro figlio Ash, insicuro, introverso e sempre in competizione con il cugino Kristofferson. Dopo essere stato persuaso dalla moglie ad abbandonare il pericoloso lavoro di ladro di galline, Mr. Fox diventa giornalista, reprimendo il proprio istinto di cacciatore. Quando poi decide di comprare una casa su vecchio albero, di fronte alle fattorie dei tre contadini più ricchi della vallata, Boggins, Bunce e Bean, la tentazione di tornare a rubare polli è troppo grande per essere domata. Così, aiutato dal suo amico opossum, Mr. Fox torna a colpire…

La storia è tratta da un esile racconto di Roald Dahl, uscito in Italia con il titolo di Furbo, il signor Volpe!, edito da Nord-Sud. Si tratta del primo libro che Anderson ricorda di aver posseduto, per questo circa dieci anni fa, decide di acquistarne i diritti, nonostante non avesse ancora le idee chiare su cosa farne. Poi l’illuminazione. Cimentarsi con una tecnica da sempre amata, ma mai affrontata, la stop-motion (resa celebre da Henry Selick in Nightmare Before Christmas) o animazione a passo uno. Nelle mani di Wes Anderson, il racconto di Dahl muta nella forma ma non nella sostanza, sfruttando appieno la breve ma intensa storia dello scrittore inglese.

Lo stile di Anderson è inconfondibile e Mr. Fox è solo l’ultimo tassello di una filmografia fatta di famiglie allargate, di difficili rapporti padre-figlio, di personaggi eccentrici e stralunati. Arricchito nella versione originale dalle voci di George Clooney, Meryl Streep e Willem Dafoe, oltre agli amici di sempre del regista Jason Schwartzman, Bill Murray e Owen Wilson, Fantastic Mr. Fox è un prodotto poco definibile, ma particolarmente godibile. La colonna sonora di Alexandre Desplat, poi, si intona perfettamente con la piattezza delle inquadrature e con lo stravagante modo di dirigere del regista texano, che consegna al pubblico un altro piccolo capolavoro di genere.

Voto 8

Qui trovate le videointerviste a Wes Anderson

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

4 + 1 =

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi