Letters to Juliet

Di
Share

Lasciatosi ormai alle spalle una Jennifer Garner con la testa di tredicenne, Gary Winick torna a parlar d’amore. E lo fa attraverso i lineamenti delicati di Amanda Seyfried, la recitazione incalzante di un Gael García Bernal (questa volta piuttosto sottotono) e della sempre splendida Vanessa Redgrave. La storia è quella di Sophie, giovane giornalista americana (Amanda Seyfried), che parte per Verona con il suo fidanzato (Bernal), un egocentrico chef in procinto di aprire un ristorante. Sophie si ritrova a passare molto tempo da sola, mentre il suo futuro marito visita vigneti e partecipa a degustazioni. Una lettera trovata per caso la porterà a conoscere le Segretarie di Giulietta, un’associazione di donne che risponde alle lettere che i cuori infranti di tutto il mondo affiggono al muro nel cortile della casa della Giulietta shakespeariana. Per Sophie questo sarà l’inizio di un’avventura che cambierà per sempre la sua vita.



Una gran bella cartolina. Tutto qui. E’ incredibile vedere come la meticolosità di Hollywood inizi a fare acqua da tutte le parti quando c’è da raccontare una storia ambientata in Italia. Stereotipi e luoghi comuni la fanno da protagonisti, riducendo Letters to Juliet a un groviglio di zuccherose quanto esili storie d’amore sul genere di quelle che ci raccontavano da bambini. Accantonata ogni complessità sia stilistica che narrativa, il film di Gary Winick si riduce a una sorta di documentario edulcorato sulle bellezze di Veneto e Toscana, con i vigneti in bellavista e agriturismi da sogno in cui soggiornano i protagonisti della vicenda. Ma davvero gli americani ci vedono così bidimensionali? Che amarezza…

Voto 4

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 70 = 77

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi