The Social Network

Di
Share

Avere ventisei anni ed essere l’inventore del sito più visitato del mondo già non è cosa da poco. Vedere la propria vita rispecchiata in un film capolavoro di David Fincher è un altro bel traguardo. Succede a Mark Zuckerberg, padre putativo di Facebook, uno dei protagonisti del film evento al Festival di Roma. Ben lontano dall’essere un film sul fenomeno Facebook, a The Social Network e allo sceneggiatore Aaron Sorkin interessa indagare la pluripaternità di un progetto di improvviso e inarrestabile successo nel mondo dei new media. Per questo al centro della storia c’è la battaglia, legale e non, tra il pazzoide e scaltro Zuckerberg (Jesse Eisenberg, bravissimo), il suo amico Eduardo Saverin (Andrew Garfield), e i gemelli Winklevoss (Armie Hammer).



The Social Network non è una biografia e tutto sommato non è neppure un film sulle meraviglie di Internet: si tratta di un’impietosa storia sul potere distruttivo delle idee, su come le proprietà intellettuali siano il nuovo oro della società contemporanea, e su come il più scaltro debba riuscire a farle proprie e tenerle tali. Con un ritmo serratissimo, dialoghi impeccabili e una sceneggiatura semplicemente ottima, il nuovo film di Fincher merita davvero un’infinità di amici.

Voto 9

Share

Comments

About author

Francesco Bernacchio

Appassionato di pop a trecentosessanta gradi, ama il cinema d'evasione, l'animazione e i film che non durino più di due ore.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

37 + = 38

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi