Cinema: rincari in vista

Di Carolina Tocci
Share

La proposta della tassa sul cinema arriva attraverso un emendamento milleproroghe del governo (che sarà in discussione al Senato lunedì 14 febbraio), per cercare di sollevare uno dei settori più colpiti dalla crisi economica. Escluse le parrocchie, dunque, è prevista l’applicazione del pagamento di un contributo speciale a carico dello spettatore pari a un euro per l’accesso nelle sale cinematografiche, che servirà  a coprire le agevolazioni fiscali concesse alla produzione cinematografica. Questo cosiddetto contributo speciale sarà attivo dal 1° luglio 2011 fino al 31 dicembre 2013.

In questa maniera lo Stato incasserebbe quarantacinque milioni di euro quest’anno e novanta per ciascuno dei prossimi due, che poi il Ministrero dei Beni Culturali provvederà a riscuotere tramite un regolamento intraministeriale. La destinazione finale sarà un’integrazione del Fondo Unico dello Spettacolo, particolarmente colpito dalla manovra economica di questo governo.



Tutto questo ci sembra assurdo: a parte il fatto che non è giusto che siano gli spettatori a dover essere tassati, non ha alcun senso sostenere degli incentivi fiscali con una tassa. Altrimenti che incentivi sarebbero?  Il rischio che si corre è proprio la diminuzione del numero biglietti venduti, con una ovvia ricaduta negativa sugli esercizi, in particolar modo su quelli più piccoli. Oltre al fatto che i circuiti multisala, per protesta, faranno in modo di preferire la programmazione di pellicole straniere. E poi perché escludere le sale parrocchiali dall’emendamento? Anche loro dovrebbero poter dare il loro contributo per sostenere il cinema italiano.

Share

Comments

Tagged with:

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 53 = 60

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi