“Le prove? Roba da froci”

Di Carolina Tocci
Share

A quattro mesi dalla notte più attesa, lunga e sponsorizzata di Hollywood un colpo di scena ha portato alle dimissioni del produttore dello show Brett Ratner e di colui che avrebbe condotto la serata, Eddie Murphy. Tutto è iniziato qualche giorno fa quando Ratner, durante un dibattito dopo la proiezione di Tower Heist (pellicola da lui diretta e interpretata da Murphy) in risposta a un cronista che gli chiedeva se fossero state necessarie molte ore di prove per i suoi attori, aveva detto: “Le prove sono per froci”. Risultato: furia della comunità gay, in particolare della Gay and Lesbian Alliance Against Defamation (GLAAD) che ha alzato un tale polverone da convincere l’Academy a far fuori indirettamente Ratner, costringendolo alle dimissioni.

A nulla è servita la lettera di scuse che il regista del terzo X-Men ha inviato al presidente Tom Sherak e alla comunità di Hollywood subito dopo l’infelice uscita: “Ammiro le persone che hanno espresso la loro delusione sulle stupidaggini che ho detto in varie interviste. Chiedo scuse pubbliche e senza riserve. Per quanto questi giorni siano stati difficili per me e non si possono paragonare alle esperienze di giovani, donne e uomini, vittime di commenti offensivi per la loro sessualità. Tanti artisti sono membri della comunità LGBT e mi dispiace profondamente averli feriti”.
Ventiquattr’ore dopo l’addio di Ratner, è arrivato ache quello di Eddie Murphy, suo grande amico, che ha dichiarato: “Capisco e appoggio completamente entrambe le parti sulla decisione di un cambio di produttori per la cerimonia. Ero felice di far parte dello show che stavamo preparando, ma sono sicuro che la nuova squadra e il nuovo presentatore faranno un lavoro altrettanto buono”.
Nell’accettare le dimissioni di Ratner, Sherak ha commentato: “Ha fatto la cosa giusta per l’Academy e per se stesso. Le parole hanno un significato e si pagano le conseguenze”.



All’uscita di scena di Ratner e Murphy è seguito l’ingaggio di Brian Grazer come nuovo produttore dello show che si terrà il prossimo 26 febbraio. Chissà se andrà sul sicuro, magari coinvolgendo un veterano della Notte degli Oscar come Billy Crystal, o se avrà modo e tempo per inventarsi qualcosa di totalmente diverso, vista la piega che lo show ha già preso.

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 88 = 98

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi