Un Volo romantico

Di Carolina Tocci
Share

“Sto scrivendo la sceneggiatura, ma non vorrei né dirigerlo né interpretarlo. Tuttavia credo che mi faranno recitare, perché altrimenti il film non si farà!”. Così tre anni fa Fabio Volo parlava di questo ambizioso progetto che già sapeva lo avrebbe coinvolto sotto diversi aspetti. E aveva ragione. Uscirà infatti il prossimo 2 dicembre in oltre quattrocento copie Il giorno in più, primo adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo dello scrittore, attore, conduttore radiofonico e televisivo bergamasco. Tradotto in diciotto lingue e con oltre un milione di copie vendute solo nel nostro paese, Il giorno in più è il più grande successo editoriale di Volo, che ha firmato anche la sceneggiatura del film insieme a Michele Pellegrini, Federica Pontremoli e al regista Massimo Venier. Quest’ultimo, storico collaboratore di Aldo Giovanni e Giacomo e autore del divertente Generazione mille euro, firma una storia ricca di sentimenti e al passo coi tempi, ambientata tra Milano e New York.



Fabio nel film interpreta Giacomo, trentenne tanto bravo a chiudere contratti per la società milanese per cui lavora, quanto attento a non farsi coinvolgere in relazioni sentimentali che potrebbero sfociare in qualcosa di serio. Un giorno, sul tram, vede una ragazza, Michela (Isabella Ragonese). La incontra anche nei giorni seguenti, tutte le mattine alla stessa ora. Se non è un colpo di fulmine, poco ci manca: i due si conoscono, escono insieme, ma il destino li separa proprio quando tra loro sta per nascere qualcosa: Michela deve trasferirsi a New York per lavoro.

Ad arricchire il cast, oltre ai due protagonisti, ci sono Stefania Sandrelli, Lino Toffolo e Luciana Littizzetto, in un cameo. Oggi Fabio ha presentato Il giorno in più alla stampa romana durante la conferenza che ha seguito la proiezione del film. Eccone un estratto.

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 78 = 79

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi