L’Educazione siberiana secondo Gabriele Salvatores

Di Carolina Tocci
Share
http://www.eugenioboiano.com/

www.eugenioboiano.com

Un film internazionale, girato in inglese tra l’Italia e la Lituania con un cast in cui non c’è un attore italiano. Tratto dal best seller autobiografico di Nicolai Lilin, scrittore e tatuatore di origini siberiane, arriva nelle sale dal prossimo 28 febbraio in circa trecentocinquanta copie Educazione Siberiana.
“Il mio film esce nel giorno stesso in cui il Papa si dimetterà!”, ha scherzato il regista Premio Oscar questa mattina durante la conferenza stampa di presentazione del suo ultimo lavoro.

La vicenda che siamo invitati a seguire si svolge nel sud della Russia, in una città divenuta una specie di ghetto per criminali di varie etnie, e dove due bambini, Kolyma (Arnas Fedaravicius) e Gagarin (Vilius Tumalavicius), crescono insieme, legati da profonda amicizia. L’educazione che viene impartita loro è piuttosto singolare, abituati da sempre a non condannare furto, rapina ed uso delle armi. Il loro clan, il clan dei siberiani, ha delle regole precise, una specie di codice d’onore che non va tradito per nessun motivo. A sorvegliare che tutto si svolga nel rispetto dei precetti di base, ci pensa l’anziano nonno Kuzya (John Malkovich), una sorta di padrino ed ex criminale onesto. Man mano che il tempo passa vediamo crescere i due ragazzi, che prenderanno strade diverse, mentre il mondo intorno a loro cambia radicalmente.

Insieme a Gabriele Salvatores, è sbarcato a Roma per presentare il film anche John Malkovich. Ecco che cosa ci hanno raccontato di questa esperienza.

Malkovich, lei nel film è il maestro di vita dei due ragazzi. Lei che maestri ha avuto?

Salvatores, il suo film in alcune parti ricorda molto C’era una volta in America. Ha preso spunto dal film di Leone?

Malkovich, com’è stato per lei recitare il ruolo di un criminale gentiluomo con il corpo pieno di tatuaggi?

Salvatores, lei ha realizzato film molto diversi tra loro. Ora che ha superanto i sessant’anni e che con Educazione siberiana ci ha dimostrato ancora una volta di voler seguire questo percorso, cos’altro ha voglia di sperimentare?

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 63 = 73

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi