Halle Berry contro i paparazzi

Di Carolina Tocci
Share

Vita dura per i paparazzi in California. Proprio ieri nello stato americano è stata infatti approvata una legge che ha lo scopo di proteggere i bambini da scatti e riprese selvagge. I paparazzi infatti da oggi non potranno più fotografare o riprendere bambini senza un regolare permesso. Fondamentale per l’approvazione della legge, è stata la testimonianza di Halle Berry, che mercoledì mattina con il suo discorso davanti al Comitato per la Pubblica Sicurezza, ha raccontato come la vita di sua figlia di cinque anni sia stata rovinata dall’invadenza dei fotografi. “A scuola è una battaglia continua. Saltano fuori dai cespugli, da dietro i palazzi, dalle auto e il fatto che creino paura e caos non li tocca”.



La piccola Nahla sarebbe addirittura terrorizzata all’idea di uscire di casa, o di girare per i negozi. “Particolarmente traumazzinate poi è stato lo scontro avvenuto lo scorso aprile con i paparazzi all’aeroporto di Los Angeles”, ha continuato l’attrice. Quando ad attenderla, di ritorno da un viaggio alle Hawaii con il compagno Olivier Martinez e con la figlia (avuta con Gabriel Aubry) ha trovato una schiera di fotografi pronti a tutto pur di assicurarsi lo scatto giusto. E Nahla le avrebbe chiesto: “Mamma, ci vogliono uccidere?”.

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

6 + 2 =

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi