Addio a Claudio G. Fava

Di Carolina Tocci
Share

Il più grande narratore di cinema in TV che ci sia mai stato in Italia. Ecco chi era in due parole il critico cinematografico e scrittore Claudio G. Fava (la G sta per Giorgio), scomparso la scorsa notte a Genova a causa di un improvviso malore, a 83 anni. Aveva iniziato la carriera al Corriere Mercantile (dove ancora collaborava), diventando giornalista professionista ed entrando in RAI nel 1970, aveva lavorato per la Rete Uno e, in seguito, divenne capostruttura della Rete Due. Per anni si è occupato del palinsesto televisivo, scegliendo film e telefilm per la seconda rete e introducendo presso il pubblico italiano numerose serie famose (una tra tutte, Beautiful, ma anche Capitol, Quando si ama, Hunter, Miami Vice, e tante altre).

Ideatore del programma Cinema di notte, ha condotto rubriche come Dolly e Set. Studioso dei problemi legati al doppiaggio, in qualità di dirigente Rai ha commissionato migliaia di ore di doppiaggi e ridoppiaggi riportando in circolazione film ormai scomparsi come Il grande sonno, Acque del Sud e I migliori anni della nostra vita, e introducendo al pubblico italiano opere mai prima presentate in televisione, a cominciare dal film forse più famoso dei fratelli Marx, Duck Soup, ribattezzato La guerra lampo dei fratelli Marx. Da circa 7 anni era il direttore artistico di Voci nell’ombra, il primo Festival italiano dedicato interamente al doppiaggio cinematografico e televisivo, ideato e organizzato da Bruno Astori.

Cultore della cinemtografia francese ed esperto dell’opera del cineasta francese Jean-Pierre Melville, per l’attività svolta a favore della diffusione del cinema d’oltralpe alla televisione italiana è stato nominato dal governo transalpino Officier des Arts et des Lettres.
E’ stato inoltre autore di monografie su importanti figure del cinema italiano come da Alberto Sordi a Federico Fellini e Ugo Tognazzi.

Ecco Claudio G. Fava in un’intervista recente in cui parla di cinema, di critica e soprattutto di film.

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 29 = 35

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi