Johnny Depp accusato di violenza domestica da Amber Heard

Di Carolina Tocci
Share

Amber_Heard_1

Solo un paio di giorni fa la notizia della richiesta di divorzio da parte di Amber Heard nei confronti di Johnny Depp. Con il passare delle ore, però, la situazione si sta facendo sempre più chiara. Il motivo della rottura tra i due sarebbe da imputare al comportamento violento di Depp, che durante un litigio con la moglie le avrebbe tirato un telefono cellulare, colpendola sul volto, tirato ripetutamente i capelli e poi, non contento, avrebbe distrutto la loro casa con una bottiglia di champagne.

Amber_Heard_Face



«Dopo che Raquel Pennington (un’amica della Heard che ha confermato le accuse e in una lettera consegnata al tribunale) è entrata in casa, lui ha preso una bottiglia di vino formato magnum da cui aveva bevuto e ha iniziato a farla oscillare, colpendo tutto ciò che riusciva a colpire» ha raccontato l’attrice sotto giuramento.

Dopo la denuncia alle autorità, la corte di Los Angeles ha imposto un’ingiunzione restrittiva nei confronti dell’attore, vietandogli di avvicinarsi ad Amber Heard, una misura preliminare in attesa dell’udienza in tribunale che dovrebbe tenersi a fine giugno.

Sulla dichiarazione rilasciata da Amber Heard si fa riferimento anche ad altri episodi di violenza da parte di Johnny Depp: «durante la nostra relazione, Johnny era diventato verbalmente e fisicamente violento e lo ha dimostrato anche altre volte». 

Depp, dal canto suo, ha fatto avere alla corte un documento in cui sostiene che la Heard stia «cercando di assicurarsi un’affrettata buonuscita economica attraverso un presunto abuso».

 

 

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 44 = 48

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi