Il caso dell’infedele Klara

Di
Share

Roberto Faenza prende ispirazione da un romanzo di Michal Vieweg per indagare gli effetti della gelosia. Il geloso è Luca (Claudio Santamaria), italiano residente a Praga, che per controllare la sua fidanzata Klara (Laura Chiatti) assume un detective privato (Iain Glen). Determinato ad avere la conferma a tutte le proprie paure, Luca ossesiona l’investigatore: ma questi affronta il caso a modo proprio, convinto che la verità non sia sempre il male migliore.



Intrecciando le storie personali del detective Denis con quelle del protagonista ossessivo, Faenza tenta di sostenere un giallo sentimentale con risvolti psicanalitici, ma le fondamenta sono troppo fragili. Non tanto nella recitazione, che pur senza particolari guizzi resta dignitosa da parte persino di Laura Chiatti, quanto piuttosto nei dialoghi imbarazzanti. E soprattutto, in alcune ingenuità nella regia che appaiono troppo macroscopiche per passarci sopra. Con Il caso dell’infedele Klara Faenza confeziona un film che sembra piuttosto una fiction pretenziosa: dopo il suo notevole Prendimi l’anima, un palese caso di infedeltà al buon cinema.

Voto 4

Share

Comments

About author

Francesco Bernacchio

Appassionato di pop a trecentosessanta gradi, ama il cinema d'evasione, l'animazione e i film che non durino più di due ore.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

4 + 5 =

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi