E’ complicato

Di
Share

Un film di Nancy Meyers ormai si riconosce lontano un miglio. Odora di confetture e crema pasticcera, tra case da sogno magnificamente arredate e personaggi borghesi i cui problemi esistenziali sembrano essere concentrati solo nella sfera sentimentale. Un cinema leggero, diciamolo pure, ma non per questo poco godibile. E’ complicato rispetta del tutto la tradizione della regista statunitense. Jane (Metyl Streep) è madre di tre figli ormai grandi e gestisce una deliziosa panetteria a Santa Barbara. A dieci anni di distanza dal divorzio, è riuscita a ottenere un buon rapporto di amicizia con il suo ex marito Jake (Alec Baldwin), che nel frattempo si è risposato con una donna molto più giovane di lui. Ma  quando Jane e Jake si trovano entrambi fuori città per la laurea di uno dei loro figli, la situazione inizia a complicarsi. Un innocente pranzo insieme e la passione sopita, riprende improvvisamente fuoco. Jane si trova così a fare l’amante dell’ex marito. Nel frattempo, nella vita di Jane, si affaccia Adam (Steve Martin), un architetto chiamato a ristrutturare la sua cucina…



Difficilmente attaccabile sotto il profilo squisitamente produttivo, E’ complicato rimane carente se analizzato da un punto di vista più strettamente drammaturgico e narrativo. I personaggi divertono, la direzione degli attori è impeccabile (Meryl a parte, bravissmi Alec aBaldwin, che riesce a portare la sua corpulenta figura con una certa classe, e la vera rivelazione del film, John Krasinski nei panni del fidanzato della figlia maggiore di Jane), ma non ci sono conflitti nella storia. Patinato, profumato e ammiccante soprattutto nei confronti di un pubblico femminile non più giovanissimo, E’ complicato si piazza comunque tra le commedie meglio confezionate degli ultimi mesi, promettendo allo spettatore di staccare la spina dal mondo reale (quello saturo di conflitti, per intenderci) e regalando le deliziose situazioni patinate che aiutano a vivere meglio.

Voto 6

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

9 + 1 =

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi