Paura per Claudia Pandolfi

Di Carolina Tocci
Share

Brutto incidente per la protagonista di Distretto di polizia. Secondo quanto è stato ricostruito dagli investigatori, ieri pomeriggio Mauro Terranova, di professione fotografo, è entrato nella strada privata che porta alla casa romana di Claudia Pandolfi. Si è messo a scattare foto, fino a farsi notare dall’attrice, che gli domanda ironicamente se avesse intenzione di seguirla per tutto il pomeriggio. A questo punto l’uomo, che è in macchina, le risponde per le rime, e altrettanto fa Claudia, minacciando di voler chiamare la polizia. E’ a questo punto che Terranova tira fuori dalla tasca della giacca uno spray al peperoncino e lo spruzza sul volto della Pandolfi, che tenta di scappare. Ma rimane con un braccio incastrato nel finestrino della vettura quando il fotoreporter mette in moto la macchina, trascinandola per oltre cento metri. Nel cadere, Claudia riporta un trauma toracico e la frattura di due costole per cui si è reso necessario un intervento chirurgico, avvenuto nella notte.

Al momento su Mauro Terranova pendono le accuse di lesioni aggravate e porto abusivo di armi (i carabinieri hanno trovato tra i suoi effetti personali, anche una pistola elettrica) e omissione di soccorso. Nonostante la telefonata al 113 in cui raccontava in lacrime di “aver fatto del male alla Pandolfi”, ma solo quando le accuse nei suoi confronti erano già scattate. Intanto dall’ospedale Umberto I di Roma, ci arrivano notizie confortanti sulla salute di Claudia, che si starebbe riprendendo bene dall’intervento. Mentre Terranova verrà trasferito in giornata nel carcere di Regina Coeli.



Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

78 + = 80

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi