Cannes: Salvo, Nebraska e un altro collier rubato

Di Carolina Tocci
Share

E’ stata una giornata particolarmente intensa e ricca di sorprese quella di ieri al Festival di Cannes. Tanto per iniziare con una buona notizia, il film italiano Salvo ha vinto il Grand Prix 2013 e il Prix Révélation de la Semaine de la Critique. I due registi esordienti Fabio Grassadonia e Antonio Piazzaegisti con alle spalle una lunga esperienza come sceneggiatori, sostenuti dal successo internazionale del loro primo cortometraggio, Rita (selezionato in circa cento Festival e vincitore di quarantuno premi internazionali), hanno così incantato le due giurie con la storia di un ragazzo, Salvo (interpretato dall’attore palestinese Saleh Bakri), killer di mafia solitario, intelligente e spietato che incrocerà sulla sua strada una ragazza non vedente. Inutile dire che questo incontro che cambierà radicalmente la vita di entrambi. “Siamo felicissimi, abbiamo ricevuto due premi importantissimi da due giurie diverse: questi riconoscimenti ci ripagano di cinque anni di duro lavoro, e li dividiamo con tutti quelli che ci sono stati vicini in condizioni molto difficili”. ha commentato Antonio Piazza. Nota dolente: Salvo non ha ancora una distribuzione italiana.

Un altro bel momento, ieri, lo ha regalato Alexander Payne, che ha scelto un raffinato bianco e nero per la sua ultima fatica, Nebraska. A undici anni da A proposito di Schmidt, il regista americano è tornato In Concorso a Cannes con un film girato nello stato in cui è nato. Al centro della storia, il viaggio compiuto da un uomo anziano che, accompagnato dal figlio, torna nella cittadina di origine per riscuotere la vincita di una lotteria. A metà tra un road movie e un’amara commedia familiare e interpretato da un mito del cinema come Bruce Dern e dalla rivelazione Will Forte, conosciuto per essere uno dei comici del Saturday Night Live, Nebraska ha incassato il consenso di pubblico e critica. Ieri sera, sul tappeto rosso che ha preceduto la proiezione del film, il settantaseienne Bruce Dern ha sfilato accanto a sua figlia Laura.

Ma mentre sulla Croisette ieri i fotografi immortalavano Alexander Payne e il suo cast, e i giurati Ang Lee e Nicole Kidman, ad Antibes, a pochi chilometri da Cannes, c’è stato un altro furto sensazionale. Dopo l’episodio accduto la settimana scorsa, la maison de Grisogono ha confermato che un collier da due milioni di dollari (che vedete nella foto qui in basso) è stato rubato ieri sera durante un evento di beneficenza all’Hotel Eden Roc per festeggiare i veti anni del marchio. A nulla sono servite le imponenti misure di sicurezza. Che il Gatto abbia colpito ancora?

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

89 + = 98

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi