David Lynch musicista con The Big Dream

Di Carolina Tocci
Share

Non è la prima volta che David Lynch si dà alla musica. Era già accaduto due anni fa, quando il regista di The Elephant Man e Inland Empire lanciò il suo primo album, Crazy Clown Time. Ora tocca a The Big Dream, opera che rispecchia perfettamente l’ansia, la visionarietà e l’oniricità dei suoi film, ma con un sottofondo di “non conventional blues” in ciascuna delle undici tracce originali, e anche nella dodicesima, una cover del brano di Bob Dylan The Ballad of Hollis Brown. Uscito a metà luglio nei negozi, l’album è ascoltabile online QUI. “Quasi tutte le canzoni sono nate partendo da una jam session e poi si sono sviluppate per strade diverse”, ha raccontato l’autore, “quello che è venuto fuori è stata una forma ibrida e moderna di blues, molto lento ed ipnotico. Un Blues moderno”.



Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

79 + = 84

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi