Margot Robbie, un’australiana a Hollywood

Di Carolina Tocci
Share

Ha solo ventitré anni, la sexy Margot Robbie, e fino a poco fa era praticamente una sconosciuta. Poi è arrivato Martin Scorsese, in cerca di un’attrice giovane, bellissima e spregiudicata e quell’incontro le ha cambiato la carriera (e la vita). L’abbiamo vista in The Wolf of Wall Street nei panni, pochi a dire la verità, di Naomi Lapaglia, seconda moglie del broker truffatore Jordan Belfort interpretato da Leonardo DiCaprio. Chi ha visto il film, è difficile che possa dimenticarla, dato che è stata protagonista di alcune scene davvero bollenti.



Classe 1990, nata a Gold Coast nel Queensland, Australia, ha debuttato sul grande schermo nel 2008 con il film Vigilante di Aash Aaron e, contemporaneamente, in televisione con la serie Neighbours. Passa qualche anno e la ritroviamo ad interpretare una hostess in Pan Am, la serie incentrata sulle vicende di un gruppo di piloti e assistenti di volo che lavorano per l’iconica compagnia aerea Pan American World Airways, durante gli anni Sessanta. Ma è nel 2013 che le viene offerto il primo ruolo “importante” ad Hollywood. Richard Curtis la vuole per Questione di tempo, accanto ai due interpreti principali Domhnall Gleeson e Rachel McAdams.

Ne ha fatta di strada la ragazzina che ha trascorso l’infanzia sulla Gold Coast australiana, nella fattoria dei nonni “inseguendo maiali selvatici in moto tra le strade di campagna”. E quando è arrivata la chiamata per il provino per The Wolf of Wall Street, Margot aveva subito messo le cose in chiaro: niente scene di nudo. Se avete visto il film, saprete che evidentemente qualcosa le ha fatto cambiare idea. Anche se, per girare una delle sequenze più hot del film ha confessato di essersi sparata “tre shot di tequila alle nove del mattino e a stomaco vuoto”, sostenendo una tesi inattaccabile: “Be’, ognuno decide di prepararsi alla propria scena di sesso con Leonardo DiCaprio come meglio crede, no?”. E come si fa a darle torto? Chissà cosa hanno pensato le altre due pretendenti al ruolo di Naomi, le ben più conosciute Kristen Stewart e Jessica Biel, quando l’hanno visto Margot in azione…

Naturalmente adesso tutti la vogliono, e non solo a Hollywood. Anche l’ottantasettenne fondatore di Playboy Hugh Hefner, che sogna di vederla svestita sulla copertina della sua rivista; lei al momento ci starebbe pensando su. Nel frattempo vedremo Margot nel dramma romantico Suite Française di Saul Dibb, una storia ambientata ai tempi dell’occupazione tedesca in Francia. Poi accanto a Will Smith in Focus, commedia scritta e diretta dai registi di Crazy, Stupid, Love Glenn Ficarra e John Requa. Pochi giorni fa invece, la conferma che sarà Jane nell’adattamento di Tarzan firmato David Yates e la protagonista di Z for Zachariah, adattamento cinematografico del romanzo post-apocalittico di Robert O’Brien prodotto da Tobey Maguire. Insomma, una cosa è certa. Di Margot Robbie sentiremo ancora parlare. E molto.

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 57 = 67

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi