Russia: multate 5 sale per aver trasmesso The Wolf of Wall Street

Di Carolina Tocci
Share

Non c’è pace per Martin Scorsese e per il suo ultimo cotroverso lavoro, The Wolf of Wall Street. Dopo le critiche sollevate negli States (da parte delle vittime di Jordan Belfort, il broker interpretato da  Leonardo DiCaprio che ha ispirato la pellicola e che con la tecnica del “pump and dump” – con la quale si gonfia il prezzo di azioni che valgono pochi centesimi – ha truffato migliaia di investitori per più di 100 milioni di dollari), e dopo la la mancata vittoria agli Oscar, dove era arrivato con ben cinque nomination, non portandone a casa nemmeno uno, se ne continua a parlare.

Cinque catene di cinema della città di Novosibirsk, in Siberia, sono infatti state multate per un totale di 4 milioni di rubli (circa 115.000 dollari) per aver proiettato il film.
Secondo l’agenzia federale russa per il controllo dei narcotici, alcune scene della pellicola interpretata da Leonardo di Caprio istigherebbero infatti all’uso illegale di droghe.



Portando sul grande schermo le controverse vicende di Jordan Belfort, i cinema – riporta un comunicato di un’agenzia di stampa di Stato Itar-Tass – sono accusati di “aver promosso la sottocultura delle persone dipendenti da droghe” e “idealizzato l’uso di narcotici”. La risposta dai gestori delle sale si è fatta subito sentire: sostengono che il ministero della Cultura russo aveva approvato il film e dunque non dovrebbero essere imposte multe a posteriori.

Per fortuna che ci ha pensato il botteghino a risollevare il film dalle polemiche: solo nel mese di febbraio The Wolf of Wall Street ha infatti incassato la cifra record 389 milioni di dollari in tutto il mondo.

(TMNews)

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

9 + = 10

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi