Matteo Garrone presenta alla stampa Il racconto dei racconti

Di Carolina Tocci
Share


LA RECENSIONE DE IL RACCONTO DEI RACCONTI – TALE OF TALES DI MATTEO GARRONE

E’ uno dei tre moschettieri del cinema italiano, Matteo Garrone, che a breve rappresenterà l’Italia a Cannes, insieme a Nanni Moretti e a Paolo Sorrentino con il suo ultimo lavoro, Il racconto dei racconti. Prima di portare il film sulla Croisette, la prossima settimana, e dell’uscita in sala il prossimo 14 maggio, il regista romano lo ha presentato questa mattina alla stampa durante una conferenza stampa particolarmente gremita.

Con un cast internazionale tra cui spiccano Salma Hayek, Vincent Cassel e Toby Jones e interamente girato in inglese, Il racconto dei racconti è un fantasy a tinte cupe che vede trasposte per il grande schermo tre delle cinquanta favole scritte da Giambattista Basile tra il XVI e il XVII secolo e inserite nel suo Lo Cunto de li Cunti (o Pentamerone).

Garrone, mira alla Palma d’oro?
Vincere la Palma d’Oro non è quello a cui punto” ha dichiarato Garrone ai giornalisti. “Il vero premio per me sarebbe piacere al pubblico. Io faccio i film per la gente e, al di là dei riconoscimenti festivalieri, spero che Il Racconto dei Racconti incontri il gusto del pubblico nelle sale.

Perché la scelta è caduta sull’opera di Basile?
La scelta di un film da Lo cunto de li cunti di Basile è stata una scelta masochistica, fatta in un momento in cui volevo mettermi nei guai, ma penso che sia stata anche una crescita oltre che uno sviluppo del mio percorso artistico. Nei miei film precedenti dalla realtà arrivavo ad una dimensione fantastica. Qui ho provato a fare il contrario.

Nel film si vedono dei luoghi mozzafiato
Il lavoro di ricerca delle locations è durato 8 mesi, volevo che i luoghi fossero reali, ma che al pubblico apparissero come ricostruiti in studio. Un po’ come alle origini del cinema, quando si sentiva sempre l’artificio ma si salvaguardava al massimo l’artigianalità del lavoro sul set.

Il film è costato 12 milioni di dollari. Come è stato finanziato?

Mi dispiace doverlo dire ma per ottenere il denaro di cui avevo bisogno per realizzare Tale of Tales sono dovuto emigrare. In Italia non ho trovato una sola banca disposta a darmi il ‘cash flow’. Mi hanno sempre rifiutato il prestito perché la mia società è giovane. Per fortuna ho trovato in Francia una finanziaria e così è stato possibile iniziare le riprese. Peccato, avrei preferito pagare gli interessi a una banca italiana piuttosto che a una finanziaria francese…

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 9 = 10

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi