Shia LaBeouf si è chiuso in ascensore per 24 ore

Di Carolina Tocci
Share

Shia_LaBeouf

Shia LaBeouf ne ha combinata un’altra delle sue. L’attore protagonista di Transformers e Nymphomaniac, noto anche per essere un tipo piuttosto eccentrico e promotore di performance sperimentali (lo scorso anno si era chiuso in un cinema a guardare uno dopo l’altro tutti i suoi film, con una telecamera puntata sul suo volto), questa volta si è chiuso in un ascensore in un edificio di Oxford insieme ai suoi due partner artistici, il finlandese Nastja Säde Rönkkö e l’inglese Luke Turner, e ci è rimasto per ventiquattr’ore. L’evento, #ELEVATE, è stato una curiosa occasione, per chi si trovasse ad entrare in quell’ascensore, per discutere con i tre performer degli argomenti più disparati ed è stato trasmesso in streaming su YouTube.

 



Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

8 + 1 =

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi