Il dubbio

Di
Share



Non sempre il titolo di un film ricalca alla perfezione quello che dobbiamo aspettarci dalla visione: nel caso de Il dubbio, adattamento dalla pièce teatrale omonima ad opera del medesimo regista, è esattamente quello che succede. Lo spettatore vive tutta la storia senza smettere di investigare e senza sapere a chi credere, e si abitua presto all’idea che molti elementi della trama resteranno irrisolti.

Siamo nel 1964: Suor Aloysius Beauvier (Meryl Streep) è la classica preside terrificante, quella nell’ufficio della quale ogni dodicenne ha il terrore di essere convocato. Sembrerebbe, però, che ci sia molto più da avere paura a ritrovarsi col parroco della chiesa, Padre Flynn (Philip Seymour Hoffman). Persuasa dai timori e le testimonianze di una giovane e appassionata suora insegnante di Storia (Amy Davis), la preside si convince senza alcuna prova concreta che il prete sia un pedofilo e abbia insidiato uno studente.

Il film è sostanzialmente la storia di come Suor Aloysius trasformi i suoi dubbi in certezze. E mentre tutti gli altri personaggi sono fatti di debolezze e restano sul filo dell’ambiguità, quello di Streep paventa una sicurezza così granitica da sembrare quasi fuori posto. Sul finale si tenta di riportare questo evocativo personaggio gotico sullo stesso piano del resto dei protagonisti, ma il tentativo non convince fino in fondo.

Eppure, Il dubbio resta un film assolutamente di prim’ordine. Riesce a far pensare dal primo all’ultimo fotogramma, e fa del dubbio stesso il protagonista assoluto. Il cast è eccezionale (quattro attori candidati all’Oscar), e segue pedissequo le indicazioni di un regista forte di una visione ben precisa, in parte più teatrale che cinematografica. Resta il dubbio che sarebbe potuto essere un capolavoro, ma è sicuramente da vedere.

Voto 7

Share

Comments

About author

Francesco Bernacchio

Appassionato di pop a trecentosessanta gradi, ama il cinema d'evasione, l'animazione e i film che non durino più di due ore.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

5 + 1 =

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi