Weekend in laguna con Paul Thomas Anderson e Daniele Ciprì

Di Carolina Tocci
Share

Il concorso prosegue oggi con altri due titoli, il primo film italiano in competizione, E’ stato il figlio, di Daniele Ciprì e l’atteso The Master di Paul Thomas Anderson, con Philip Seymour Hoffman e Joaquin Phoenix.

Presentato questa mattina alla stampa, E’ stato il figlio di Ciprì è stato ben accolto dai giornalisti. La pellicola, nelle sale il prossimo 14 settembre e tratta dall omonimo romanzo di Roberto Alajmo, e’ interpretata da Toni Servillo (protagonista anche di Bella addormentata di Marco Bellocchio, altro film che sarà presentato a Venezia nei prossimi giorni), Giselda Volodi e Alfredo Castro. Ciprì questa volta porta alla ribalta una storia basata su fatti realmente accaduti nella Palermo degli anni Settanta, incentrata sulle vicende della famiglia Ciraulo, persone un po’ “particolari”. Nicola Ciraulo (Servillo) vive con la moglie Loredana (Volodi) e i figli Tancredi e Serenella, insieme ai nonni Fonzio (Benedetto Ranelli) e Rosa (Aurora Quattrocchi), in uno stato di continua precarietà. La famiglia decide di acquistare una grossa auto, una Mercedes, utilizzando il denaro ottenuto come risarcimento dallo Stato, a causa della morte della figlia Serenella, colpita da un proiettile vagante. Questo denaro, però, tarda ad arrivare e la famiglia si dà alle spesse pazze, chiedendo prestiti ad un usuraio. Quando la somma arriva, ormai è molto ridotta rispetto alla cifra iniziale e i Ciraulo, comunque, non sono in grado di gestirla. L’auto, unico bene di lusso che hanno comprato, diventerà per loro il simbolo della “miseria della ricchezza”, ostentazione esterioree rovina interiore.



Da un nero Sud italiano, si passa all’America degli anni Cinquanta che fa da scenario al film di Anderson (nella foto in alto: Joaquin Phoenix, i due produttori Daniel Lupi e JoAnne Sellar, Philip Seymour Hoffman e lo sceneggiatore e regista Paul Thomas Anderson). Il maestro del titolo è un carismatico intellettuale interpretato da Philip Seymour Hoffman che dà vita ad un culto religioso e raccoglie attorno a sè diversi adepti, tra cui un giovane vagabondo (Joaquin Phoenix) che diventa il suo braccio destro. Nel cast della pellicola figurano anche Amy Adams e Laura Dern. Il film, presentato oggi alla stampa, è stato accolto da un lungo applauso dalla platea di giornalisti e critici accreditati, nonostante la performance di Phoenix non abbia convinto tutti allo stesso modo, così come il risultato finale che, secondo alcuni, ha visto Anderson compiere un passo indietro rispetto ai risultati ottenuti con Il petroliere).

Presentata Fuori concorso, invece, la commedia francese Cherchez Hortense di Pascal Bonitzer, che ha tra gli interpreti Kristin Scott Thomas e Isabelle Carre, e il B-movie Shark dell’australiano Kimble Rendall: un supermercato viene sommerso dalle acque in seguito a uno tsunami con voraci squali bianchi che si aggirano per gli scaffali. Ecco il trailer.

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

87 + = 92

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi