Manhattan torna in sala restaurato

Di Carolina Tocci
Share

manhattan

Manhattan di Woody Allen torna nelle sale italiane dall’11 maggio, in edizione restaurata, presentato dalla Cineteca di Bologna nell’ambito del suo progetto Il Cinema Ritrovato.

QUI LA PROGRAMMAZIONE



 

Scritto, diretto ed interpretato da Woody Allen e candidato a due premi Oscar tra cui Miglior Sceneggiatura Originale e Miglior Attrice non Protagonista alla giovanissima Mariel Hemingway, Manhattan rappresenta una perfetta sintesi di dramma e commedia in grado di fondere in maniera impeccabile il tradizionale cinismo esistenziale di Allen con la sua caratteristica e pungente ironia.

 

Isaac Davis (Woody Allen), commediografo televisivo dal grande senso dell’umorismo, vive delle proprie convinzioni filosofiche in un illusorio ed evanescente mondo immaginario che si è costruito su misura nell’incapacità di affrontare appieno le proprie emozioni, ma abbandonandosi a queste in modo confuso e superficiale, senza essere consapevole di ciò che davvero desidera.
A causa di una profonda crisi personale e lavorativa, dovuta al divorzio dalla sua seconda moglie Jill (Meryl Streep), scopertasi bisessuale e alle prese con la pubblicazione di un libro sulle “prodezze amorose e sessuali” dell’ex marito, e all’incapacità di scrivere un tanto decantato romanzo sui “valori in sfacelo”, rincorre costantemente il proprio delicato equilibrio abbandonandosi ad una relazione con la diciassettenne Tracy (Mariel Hemingway), di cui però sottovaluta sentimenti ed intelligenza a causa della giovane età, fino ad allontanare da sé l’unica persona realmente in grado di sopportare e supportare la nevrosi esistenziale di un uomo profondamente insoddisfatto di sé e del mondo che lo circonda.
A turbare ulteriormente la precaria esistenza di Isaac è Mary (Diane Keaton), saccente e brillante giornalista che con la propria nevrosi e strafottenza lo trascina in una travolgente e destabilizzante relazione che però non è destinata a durare.

 

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

9 + 1 =

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi