Mario Martone trionfa ai David

Di Carolina Tocci
Share

Si è svolta ieri sera nel Salone dei Corazzieri del Quirinale la cerimonia di premiazione dei David di Donatello, i premi assegnati dall’Accademia del Cinema Italiano. A portare a casa più statuette è stato il film di Mario Martone Noi credevamo, presentato durante la scorsa edizione del Festival di Venezia: sette premi su tredici candidature ricevute tra cuiquelli per il Miglior Film e la Migliore Sceneggiatura. Premiata per la Miglior Regia e per il Miglior Attore Protagonista (Elio Germano), invece, la pellicola di Daniele Luchetti La nostra vita. A Paola Cortellesi è andato il premio per la Miglior Attrice per Nessuno mi può giudicare. Ma ecco tutti i vincitori della serata.



MIGLIOR FILM
Noi credevamo
di Mario Martone

MIGLIOR REGISTA
Daniele Luchetti
La nostra vita

MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE
Rocco Papaleo
Basilicata coast to coast

MIGLIORE SCENEGGIATURA
Mario Martone, Giancarlo De Cataldo
Noi credevamo

MIGLIORE PRODUTTORE
Tilde Corsi, Gianni Romoli, Claudio Bonivento
20 Sigarette

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
Paola Cortellesi
Nessuno mi può giudicare

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA
Elio Germano
La nostra vita

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
Valentina Lodovini
Benvenuti al Sud

MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA
Giuseppe Battiston
La passione

MIGLIORE DIRETTORE DELLA FOTOGRAFIA
Renato Berta
Noi credevamo

MIGLIORE MUSICISTA
Rita Marcotulli, Rocco Papaleo
Basilicata coast to coast

MIGLIORE CANZONE ORIGINALE
Mentre dormi di Max Gazzè
Basilicata coast to coast

MIGLIORE SCENOGRAFO
Emita Frigato
Noi credevamo

MIGLIORE COSTUMISTA
Ursula Patzak
Noi credevamo

MIGLIORE TRUCCATORE
Vittorio Sodano
Noi credevamo

MIGLIORE ACCONCIATORE
Aldo Signoretti
Noi credevamo

MIGLIORE MONTATORE
Alessio Doglione
20 sigarette

MIGLIORE FONICO DI PRESA DIRETTA
Bruno Pupparo
La nostra vita

MIGLIORI EFFETTI SPECIALI VISIVI
Rebel alliance
20 sigarette

MIGLIOR FILM DELL’U.E.
Il discorso del re
di Tom Hooper

MIGLIOR FILM STRANIERO
Hereafter
di Clint Eastwood

MIGLIOR DOCUMENTARIO DI LUNGOMETRAGGIO
E’ stato morto un ragazzo. Federico Aldrovandi che una notte incontrò la polizia
di Filippo Vendemmiati

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO
Jody delle giostre
di Adriano Sforzi

DAVID GIOVANI
20 sigarette
di Aureliano Amadei

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 4 = 14

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi