Bafta: stravince The Artist

Di Carolina Tocci
Share

The Artist, il film di Michel Hazanavicius, ha letteralmente trionfato alla serata dei Bafta (British Academy of Film and Television Arts) svoltasi ieri sera a Londra alla Royal Opera House. La pellicola, che si presentava alla serata con il più alto numero di nomination, ben dodici, ha vinto il premio per il Miglior Film, Miglior Regia e Miglior Sceneggiatura Originale, Migliori Musiche, Miglior Cinematografia e Migliori Costumi e Miglior Attore Protagonista Jean Dujardin. Nella foto in alto, Russell Crowe e Hugh Jackman posano con Dujardin, il produttore Thomas Langmann e Hazanavicious.



A Meryl Streep è andata invece la statuetta per la Migliore Attrice Protagonista per la sua interpretazione di Margaret Thatcher in The Iron Lady, film che ha vinto anche il premio per il Miglior Make-up.

Subito dopo The Artist, con undici nomination, La Talpa si è aggiudicato solo due riconoscimenti: per il Miglior Film Britannico e per la Migliore Sceneggiatura Non Originale. Christopher Plummer ha vinto il premio come Miglior Attore Non Protagonista per la sua parte in Beginners, mentre la Miglior Attrice Non Protagonista è stata Octavia Spencer per The Help. Premiati anche alcuni italiani: Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo hanno vinto il Bafta per la scenografia di Hugo Cabret di Martin Scorsese, film premiato anche per la Migliore Qualità del Suono.

L’attore britannico John Hurt (nella foto in alto: La Talpa e Harry Potter) è stato invece premiato per il suo contributo al cinema, mentre Harry Potter e i doni della morte: Parte II ha vinto il premio per i Migliori Effetti Speciali. Il riconoscimento al Miglior Film in Lingua Straniera è andato a La pelle che abito di Pedro Almodóvar

Sul tappeto rosso, prima dell’inizio della cerimonia, sono stati avvistati Martin Scorsese, Michelle Williams, George Clooney, senza la sua Stacy, Colin Firth, e Penélope Cruz, splendida in rosso.

E poi Daniel Radcliffe, Brad PItt (anche lui senza Angelina, che in questi giorni è al Festival di Berlino), e Gary Oldman in compagnia della moglie Alexandra Edenborough.

Share

Comments

About author

Carolina Tocci

Giornalista freelance e blogger, un giorno le è venuta l'idea di aprire questo sito. Scrive di cinema e gossip e nel buio di una sala cinematografica si sente a casa.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

7 + 1 =

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi